DARIO AGRIMI

Mia personalissima opinione è che l’artista non debba mai provare a spiegare il proprio lavoro.

Se l’opera funziona non ha bisogno di  nessun tipo di descrizione

Artista eclettico, Dario Agrimi è nato ad Atri in Abruzzo nel 1980, opera nel campo dell’arte contemporanea con creazioni di carattere concettuale dall’età di 18 anni. Attualmente vive in Puglia.

 

Nel suo studio a Trani, un ex capannone industriale, realizza opere spaziando dalla pittura all’installazione prediligendo anche il campo fotografico, scultoreo e video.

 

Le sue ultime sperimentazioni sono il frutto di una ricerca maniacale volta alla perfezione, mette in scena un iperrealismo che amplifica le emozioni e riduce la distanza tra realtà e finzione.

Ha partecipato a numerose esposizioni collettive e personali in gallerie e istituzioni di varie città, in Italia e all’estero, tra cui la 54° Esposizione Internazionale d’Arte Biennale di Venezia.

 

Recentemente è stato ospite, con diverse mostre tra cui una mostra personale, presso la Fondazione Museo Pino Pascali.

Ha collaborato con una nota multinazionale inglese per la realizzazione della campagna pubblicitaria del 2014. La stessa campagna ha goduto di visibilità mondiale.

 

Negli ultimi mesi è stato impegnato in diverse Fiere Internazionali d’Arte Contemporanea in Europa. Alcune sue opere sono presenti in importanti collezioni d’arte sia di privati che di istituzioni italiane ed estere.

È docente presso l’Accademia di Belle Arti di Bari.

 

Ha tenuto workshop illustrativi sul proprio lavoro, sui metodi di realizzazione di un’opera d’arte e sul processo creativo in ambienti universitari e privati.

 

Il suo ultimo progetto Sinonimi e Contrari mira a presenziare negli spazi espositivi più importanti e conosciuti del pianeta.

Solo nel 2017 le opere di questo progetto sono apparse alla 57° Esposizione Internazionale La Biennale di Venezia, Palazzo Grassi, Punta della Dogana, Guggenheim Museum di Venezia e al museo Mambo di Bologna.

 

Nel 2019 è stato l’unico italiano selezionato da Dimitri Ozerkov, (Hermitage San Pietroburgo) per la mostra Quando scoppia la pace in occasione del centenario della fine della seconda guerra mondiale, tenutasi a Vittorio Veneto.

 

Da diversi anni espone in gallerie e musei in Italia e all’estero.

contact
  • Bianco Instagram Icona
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now